Pesca sportiva: tutta l'attrezzatura necessaria per andare a pescare

Categoria: Uncategorised Pubblicato: Venerdì, 27 Gennaio 2017 Scritto da Super User Stampa Email

Per acquistare della buona attrezzatura necessaria per andare a pescare non serve assolutamente essere dei geni di questo sport. Basta seguire alcuni piccoli consigli per scegliere in modo migliore tutti gli oggetti e quindi divertirsi andando a pesca. Chiunque potrebbe farlo semplicemente leggendo un'adatta guida salvo poi recarsi presso una distesa d'acqua con tutti gli oggetti richiesti a proprio seguito. Prima ancora di decidere quali oggetti acquistare, bisogna ricordarsi che la pesca sportiva si divide in quella da riva e quella da natane. Le due tipologie richiedono degli attrezzi leggermente differenti, in quanto più adatti a scopi diversi. Inoltre vi sono diversi metodi di pesca, tra cui la pesca a fondo (utile per catturare i pesci che si nutrono a fondo dell'acqua), la pesca a mezz'acqua (per catturare i pesci che si nutrono ai livelli superiori), la pesca a galla (che è quella più generica e diffusa, che prevede l'impiego di un galleggiante), la pesca al lancio (anche questa popolare e prevede il lancio dell'esca a certa distanza), e, infine, la pesca al traino (utile per la tipologia della pesca da natante).

Da tutto questo si può facilmente comprendere quali siano gli oggetti più ricercati nell'ambito. Le canne da pesca sono certamente l'oggetto di cui non si può fare a meno. Sul mercato ve ne sono di diversi modelli, lunghezze e tipologie. Ci sono quelli in plastica, le metalliche, costruite in bambù (quindi più flessibili). Le canne da pesca sono anche diverse per quanto riguarda la lunghezza e quelle più lunghe permettono di raggiungere delle distanze superiori rispetto alle canne normali. In genere sono da preferire le canne da pesca la cui lunghezza va da 3,20 a 4,60 metri. Quelli superiori si adattano meglio a degli usi particolari.

Un discorso specifico riguarda gli ami da pesca, che devono essere sottili e appuntiti, oltre che realizzati con dei materiali resistenti (altrimenti si rischia che il pesce sfugga all'amo e torni in acqua). Per questo gli ami devono essere di buona marca, altrimenti rischiano semplicemente di rompersi, spezzarsi o rilasciare la preda. Lo stesso discorso vale anche per quanto riguarda le lenze. Sono da preferire quelle realizzate a base di nylon o fibre sintetiche resistenti. Le lenze devono essere resistenti alla trazione pur essendo di uno spessore minimo (altrimenti i pesci potrebbero vederli).

Tra gli altri attrezzi utili sia alla pesca tradizione che a quella sportiva spicca il mulinello, che regola la lunghezza della lenza e agevola la manovra. Inoltre è importante prestare attenzione al guadino, che serve nella fase finale della pesca. Quest'ultimo accessorio è formato da una rete utile a raccogliere la preda sotto all'acqua e viene posizionata normalmente inferiormente all'amo.

Infine, tra gli oggetti più efficienti spiccano le esche. Ci sono quelli naturali, come larve, sanguisughe e lombrichi, quelli vegetali, come le ciliegie e le fave cotte, e le esche artificiali, come i cucchiai, le mosche sintetiche e così via. Durante la scelta delle esche bisogna considerare che il meccanismo di cattura dei pesci varia enormemente da tipo a tipo. Per questo è meglio avere presente che tipo di pesce si vuole pescare e fare una ricerca per capire quali sono le esche preferite da quel tipo di pesce.

Visite: 449