Le 5 migliori stampanti 3d

Categoria: Uncategorised Pubblicato: Lunedì, 06 Febbraio 2017 Scritto da Super User Stampa Email
migliori stampanti 3d

Per poter individuare le 5 migliori stampanti 3D attualmente disponibili sul mercato, è necessario capire quali possono essere le differenze in funzione delle caratteristiche richieste. In base alla tecnologia si distinguono in due categorie: la tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) e la SLA (sterolitografia). La prima consente di riscaldare la fibra in plastica e di spingerla attraverso un estrusore, all'uscita del quale il materiale si deposita, si raffredda e indurisce. La seconda invece sfrutta un altro principio di funzionamento: utilizza una lampada UV o laser in un contenitore di resina fotopolimerica per indurire la resina e darle le forme desiderate.

La maggioranza delle stampanti 3D è in grado di creare solo oggetti di dimensioni limitate, anche se con elevata precisione. Una piccola minoranza, invece, permette di costruire volumi di creazione superiori, come la Rostock MAX. Un'altra caratteristica distintiva è rappresentata dai materiali impiegati: PLA, ABS, nylon, resine SLA, etc. Il PLA è un materiale di stampa biodegradabile e piuttosto economico, di contro risulta essere abbastanza sensibile a rottura. L'ABS è dotato di una migliore flessibilità ma necessita per le operazioni di stampa di una superficie preriscaldata.

La velocità di una stampante 3D può variare in funzione della risoluzione richiesta. Di norma è pari a 50/100 mm/s. In caso di risoluzione massima, la velocità raggiunge al più i 20 mm/s, perché in definitiva minore è la velocità migliore è la risoluzione. Per ridurre i tempi di lavorazione, quindi, realizzando strati di maggior spessore, è necessario rinunciare ad uno o più gradi di dettaglio. Tra le migliori stampanti 3D spiccano senza dubbio: M3D Micro 3D, XYZPrinting da Vinci Jr. 1.0W, RepRap i3 Prusa stampante 3D, Printrbot Play 1505 e UP! Stampante 3D Mini.

La stampante M3D Micro 3D è dotata di tecnologia FDM e consente di adoperare materiali come l'ABS, il PLA e il Nylon. Le dimensioni del volume di creazione sono contenute, 116 x 109 x 113 mm, e la risoluzione massima è 50 micron. Con una connettività USB, si distingue per l'ottimo rapporto qualità prezzo ed è l'ideale per coloro che per la prima volta si approcciano alla stampa 3D. La XYZPrinting da Vinci Jr. 1.0W funziona con tecnologia FDM e prevede l'impiego esclusivo di un solo materiale, il PLA Jr., di cui la XYZPrinting è proprietaria. Gli oggetti realizzabili hanno dimensioni 150 x 150 x 150 mm, con un grado di risoluzione pari a 100 micron. La connettività in questo caso è garantita mediante porte USB, scheda SD e WiFi.

La RepRap i3 Prusa stampante 3D appartiene alla categoria della tecnologia FDM e si serve di ABS e PLA come materiali di base. Il volume di creazione è leggermente più grande rispetto agli esempi precedenti, 200 x 200 x 180 mm. La risoluzione invece torna ad essere pari a 50 micron. Per la connettività è corredata di porte USB. La Printrbot Play 1505 lavora con tecnologia FDM e filamenti flessibili di PLA o ABS. Gli oggetti creati possono avere volume dato dalle seguenti dimensioni: 100 x 100 x 130 mm. I dettagli inoltre possono essere forniti con una risoluzione massima di 50 micron. La UP! Stampante 3D Mini è dotata anch'essa di tecnologia FDM e impiega il PLA e l'ABS. Il volume di creazione massimo è dato da 120 x 120 x 120 mm, mentre la massima risoluzione è di 200 micron.

Visite: 426